Gulf of Poets La Spezia local insider

Il Palio dei Golfo in numbers

Un viaggio attraverso il Palio del Golfo e la sua storia seguendo i numeri che ne hanno costruito la tradizione.

La competizione tra le borgate marinare che domenica 5 agosto 2018 si terrà nelle acque della passeggiata Morin è certamente una delle tradizioni più vive e sentite della Spezia e Provincia. Il Palio del Golfo con il suo fitto calendario di eventi in programma è il momento in cui tutte le borgate si raccolgono in città e per qualche giorno fanno sentire anche al centro cittadino il loro spirito.
Noi proviamo a raccontarvi tutto con qualche numero.

91: Sono le edizioni del Palio del Golfo, compresa quella di quest’anno che andrà in scena alla passeggiata Morin il 7 agosto 2016.
Il Palio si è sempre disputato a partire dal 1932. Uniche edizioni a saltare sono state quelle dal 1941 al 1944 a causa della seconda guerra mondiale e quella del 1981.
Se il 1932 è la data del primo Palio ufficiale, la gara veniva già disputata a partire dal 1925 e forse ancor rima.

Il Palio del Golfo, la gara nata dalla corsa per stabilire il prezzo del pesce

Secondo quanto ricostruito dagli appassionati e dagli affezionati storici del Palio del Golfo, la disfida tra le borgate del Golfo dei Poeti nascerebbe dalle gare estemporanee che vedevano impegnate le barche da lavoro – a fine Ottocento – quando, cariche di pesce, tornavano a riva.
Chi prima arrivava in banchina, infatti, aveva la priorità di sbarco del pescato e dunque una posizione di vantaggio al mercato del pesce.

13: sono le borgate che partecipano al palio. A ciascuna è assegnata un numero fisso, partendo da dal ponente del golfo con Porto Venere (numero 1) per arrivare a Tellaro (numero 13), all’estremo levante. Tre sono gli armi del comune di Portovenere (Porto Venere, Le Grazie e Fezzano), 6 gli equipaggi del comune della Spezia (Cadimare, Marola, CRDD, Canaletto, Fossamastra e Muggiano), 4 gli armi del comune di Lerici (San Terenzo, Venere Azzurra, Lerici e Tellaro).
5: sono i componenti di ciascun equipaggio, suddivisi tra 4 vogatori e 1 timoniere. Il timoniere, solitamente, è un bambino cui viene affidato il delicato compito di dare il tempo agli atleti e comandare la manovra al giro di boa.
2000: sono i metri che le imbarcazioni degli equipaggi seniores devono percorrere. 2000 metri è lunga la sfida per aggiudicarsi il palio (la gara per equipaggi femminili e juniores è lunga 1000 metri).
3: sono i giri di boa che devono effettuare le imbarcazioni seniores (1 per equipaggi femminili e juniores). Il campo di gara è dunque lungo 500 metri e dovrà essere percorso 4 volte dagli equipaggi seniores e 2 volte da quelli femminili e juniores.
1945: è la data dell’unico Palio del Golfo disputato lontano dalla passeggiata Morin. In quell’anno, la competizione venne svolta nello specchio acqueo di San Terenzo. La passeggiata Morin e gli immediati dintorni, infatti, portavano i segni dei violentissimi bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.
25: È il numero di vittorie della borgata dei record, il Cadimare. I pirati sono seguiti dal Canaletto con 17 vittorie e dal Marola, con 8. La classifica è chiusa da Venere Azzura e Tellaro con un successo a testa e dal Lerici, CRDD e San Terenzo con 2 trionfi. Tutte le borgate hanno alzato almeno una volta il drappo del Palio.
1964: è l’anno in cui è stato disputato il primo Palio del Golfo per la categoria Juniores.
15: sono le vittorie della borgata capofila nella categoria Juniores, il Cadimare.
1981: è l’anno in cui per la prima volta è stato assegnato il premio alla borgata protagonista della miglior rappresentazione nella Sfilata del Palio. A guidare la speciale classifica è il Canaletto, con 8 vittorie, seguita da Portovenere con 7. Il premio per la sfilata non è stato assegnato in 5 occasioni.
11: sono le vittorie del recordman del Palio, Paolo Lavalle. Vera leggenda di questa competizione, Lavalle ha saputo imporsi 4 volte con il Canaletto (1988, 90, 96, 2009), 6 volte con il Marola (dal 2000 al 2006) e 1 volta con il CRDD (nel 1992). Sul podio dei plurivincitori Giuseppe Liberatore (7 vittorie con Marola, Lerici, Le Grazie e Fezzano) e Attilio Mori, Roberto Borrini, Patrizio Pierleoni, Fausto Sassi con 6 vittorie a testa.
1995: è l’anno in cui si è tenuta la prima competizione del Palio del Golfo per la categoria femminile.
8: sono le vittorie della borgata del CRDD, borgata leader nella categoria femminile.
5: è il record di vittorie consecutive stabilito dal Cadimare tra il 1955 e il 1959. Tutte e cinque hanno visto protagonista Attilio Mori.
1: è la passione della gente delle borgate che colora il lungo mare spezzino!

Please follow and like us:
20

Related posts

Leave a Comment

X