3 scalinate (imperdibili) verso il mare – Non solo Monesteroli!

Golfo dei Poeti, In evidenza, Trekking Leave a comment

Le scalinate della Liguria rappresentano al meglio la natura del territorio. Per chi ama il trekking (ed è ben allenato) e le spiagge poco affollate, ecco tre idee per scoprire le più suggestive discese al mare del territorio

La costa ligure delle Cinque Terre non è caratterizzata soltanto da cinque meravigliosi borghi che si stagliano a picco sul mare, ma, per i più temerari, nasconde anche spiagge selvagge, impegnativi sentieri panoramici e luoghi suggestivi da scoprire. Di cosa stimo parlando? I tre percorsi suggeriti partono dal paese di Campiglia (più comodamente), a pochi chilometri dalla Spezia, raggiungibile da una diramazione della strada per Portovenere.

Tutti ben segnalati, i tre sentieri portano a piccole baie isolate d’acqua cristallina, dopo aver affrontato scalinate impegnative dagli scorci mozzafiato

Ormai famosa in tutto il mondo per la sua vertiginosa bellezza: la Scalinata di Monesteroli (Campiglia – Monesteroli)

Il percorso Campiglia – Monesteroli è forse il più famoso e suggestivo con la sua scalinata mozzafiato a picco sul mare. Proprio a causa della sua scalinata, è sconsigliato a chi soffre di vertigini. Lungo il sentiero, superata la metà della scalinata, si incontra il borgo di Monesteroli, poche caratteristiche case colorate tutte con terrazze vista mare. E giunti al mare, vi accoglierà una piccola baia di ciottoli circondata da scogli. Il sentiero da seguire è il numero 536.
LA vertiginosa scalinata di MOnesteroli, che sembra infilarsi nel mare

 

Giù verso il mare più cristallino, il paradiso del Persico

Il percorso Campiglia – Persico raggiunge una spiaggia di ciottoli, la più grande delle tre baie che si raggiungono percorrendo fino in fondo i tre sentieri descritti.</span>

Lungo la prima parte della scalinata si incontrano terrazzamenti coltivati a vigneti ed uliveti fino al piccolo nucleo di case del Chioso. Continuando a scendere verso mare, i terreni un tempo coltivati risultano ormai abbandonati lasciando spazio alla vegetazione tipica della macchia mediterranea. All’altezza delle case del Persico, sempre più vicino al mare, si può ammirare un gelso secolare.

Il sentiero da seguire è il numero 528.

La vista dal percorso verso la spiaggia del Persico

La scalinata di Schiara

La scalinata di Schiara porta ad un porticciolo, introdotto da un piccolo assembramento di case, appunto il magico paese di Schiara, che pare appeso sul mare per un piccolo lembo di terra coltivato a vigneti e che forse deve il suo nome al fatto di essere il primo punto rischiarato dalla luce del sole al mattino, tra tutti i paesi che compongono il territorio di Tramonti. Al termine del cammino di raggiunge una spiaggetta, la più piccola delle tre raggiungibili , ma anche una delle più suggestive. 

Il sentiero da seguire è il numero 504.

Scharia appare appesa sul mare

This post is also available in: enEnglish

0 comments

Leave A Reply

Esplora l'area attraverso esperienze locali

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies).
Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy