I borghi delle Cinque Terre

Cinque piccoli punti sulla mappa, un’area unica, che ha raggiunto le copertine delle riviste di viaggio più patinate del mondo con la semplicità dei suoi villaggi di pescatori e dei suoi colori vivaci.

Le Cinque Terre sono una delle mete italiane più popolari soprattutto tra i turisti stranieri che visitano il nostro bel paese. Non è difficile incappare nell’errore comune di considerare le Cinque Terre come un luogo unico, piuttosto che un’area. Tuttavia non esiste un biglietto del treno per le “Cinque Terre”, poiché il nome in realtà significa “Cinque territori”, corrispondenti alle cinque frazioni di Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso.

L’affascinante natura nel quale i cinque borghi sono immersi è un dialogo costante tra mare e terra, caratteristica tipica del paesaggio dell’intera costa racchiusa tra i due promontori di Punta Mesco e del Muzzerone. Speroni di pietra, insenature, baie, gole e cinque villaggi coloratissimi che, visti dal mare, si stagliano lungo la costa delle Cinque Terre.
Manarola e Volastra condividono una storia comune di pirati e tesori.

Manarola e Volastra condividono una storia comune di pirati e tesori.

31 Maggio, 2016 Cinque Terre

I borghi delle Cinque Terre in 6 Punti

1

Via dell'Amore

La Via dell’Amore, che collega Riomaggiore a Manarola, è chiusa, ma ci sono molti percorsi romantici alternativi.

2

Camminare tra un borgo e l'altro

Percorrere i sentieri che collegano tra loro i paesi è il modo migliore per fare esperienza del territorio, Molti sentieri sono a pagamento.

3

Il sentiero del mare

Si può nuotare da Vernazza a Monterosso sul sentiero del mare, un tratto protetto dalle barche per nuotare spensierati in mare aperto.

4

evitare la folla

Manarola, Vernazza e Riomaggiore possono essere molto affollate dalle 10.00 alle 18.00. Visita in orari serali o notturno per sfuggire alla folla.

5

Un Parco Naturale Nazionale

I cinque villaggi fanno parte di un Parco Nazionale, con regole da rispettare a terra e in mare.

6

c'è di più

I Borghi delle Cinque Terre non sono gli unici che meritano una visita nel Parco delle Cinque Terre: esplora oltre i confini del regno.

Informazioni Pratiche

Come spostarsi

Alcune indicazioni utili per muoversi tra i borghi delle Cinque Terre.

  • In auto, le strade per raggiungere le Cinque Terre sono per lo più strette e lunghe. L’uso della macchina è sconsogliato.
  • In treno, ogni paese delle Cinque Terre ha una stazione ferroviaria. Considera la Cinque Terre Card, con vantaggi anche per chi ama il trekking.
  • In traghetto, durante l’estate è possibile raggiungere le Cinque Terre via mare. Controlla qui il programma dei traghetti. Sono presenti numerosi porti turistici per la nautica da diporto privata.
  • Consigliamo biciclette e-bike per percorrere i sentieri delle Cinque Terre.

Consigli per visitare le Cinque Terre

Il miglior consiglio per visitare la zona delle Cinque Terre è quello di scegliere uno dei cinque borghi, raggiungendolo in treno o in barca e da lì muoversi verso gli altri, in base al tempo disponibile.
In alta stagione, la visita può essere rovinata dalla presenza di troppi visitatori, mentre la cosa più importante alle Cinque Terre è avere l’opportunità di godersi l’atmosfera rilassata, percorrere i bei sentieri nel silenzio della natura, godersi l’incantevole vista del mare, senza correre da un villaggio all’altro.

Alla stazione ferroviaria della Spezia e in tutti i paesi è possibile scegliere se acquistare un biglietto singolo per raggiungerli (circa 7,50 € biglietto di andata e ritorno per raggiungere il paese più lontano). Se preferisci visitare l’intera area puoi acquistare la Cinque Terre Card (esiste l’opzione basilare e quella che comprende i treni). Anche via mare è possibile acquistare un biglietto per salire e scendere ei paesi di preferenza.