Isola Palmaria

Natura incontaminata e habitat naturali unici, insieme a storia e racconti leggendari. L’Isola di Palmaria è ricca di sorprese.

Per chi ama la vegetazione mediterranea, le escursioni, il mare bellissimo e la tranquillità, l‘isola Palmaria merita sicuramente una visita.
L’sola si raggiunge in barca dalla Spezia o da Portovenere. Purtroppo, in inverno non è disponibile alcun servizio di navigazione per raggiungere Portovenere e Palmaria.

L’isola è in parte sotto il controllo della Marina Militare, e se da un lato ciò ha consentito la sua preservazione dal turismo selvaggio e dall’edilizia, dall’altro ci sono ancora troppi segni di area di divieto. Alcune belle spiagge si trovano sia sul lato che guarda a Portovenere che verso sud: le spiagge gratuite di Terrizzo e Pozzale sono piuttosto selvagge, senza molti servizi, le loro acque sono le più cristalline. Poche ma ottime trattorie di pesce si trovano lì vicino.

È possibile effettuare un‘escursione completa del periplo dell’isola: occorrono circa due orebuone scarpe da trekking e si avrà uno splendido punto di vista sulle caratteristiche bianche scogliere che degradano verso il mare, o si potrà nuotare in acque meravigliose (leggi qui alcuni punti d’immersione a Palmaria e nelle vicinanze).

L’isola Palmaria è la più grande delle tre isole del Golfo della Spezia e dell’intera Liguria; scendendo a poche centinaia di metri in linea retta verso sud è possibile navigare verso le altre due isole del piccolo arcipelago, Tino Tinetto. L’isola ha una forma triangolare: i lati verso Porto Venere e il Golfo della Spezia sono i più popolati. Qui è possibile trovare la presenza di alcune case private, una trattoria e alcune spiagge, sia pubbliche che riservate ai dipendenti della Marina e dell’Aeronautica. Queste pareti degradano dolcemente fino al livello del mare, coperto dalla tipica vegetazione mediterranea; il lato rivolto a ovest verso il mare aperto, è invece caratterizzato da alte e luminose scogliere bianche che si affacciano sull’acqua, con numerose grotte.

Il lato ovest dell’isola, il più difficile da raggiungere, è piuttosto interessante per l’archeologia preistorica: lo studio dell’intera area ha rilevato testimonianze della presenza dell’uomo e di animali nell’era del Pleistocene, circa cinquemila anni fa, ossa fossili di del camoscio e del gufo delle nevi sono stati trovati nella Grotta Azzurra e nella Grotta del Piccione, raggiungibili solo scendendo con le corde. 

Sull’isola di Palmaria ci sono anche molti edifici militari di grande interesse storico: in cima, inaccessibile come ex territorio militare e attualmente in stato di abbandono, il Forte Conte di Cavour (o Forte Palmaria), il deposito di armi sperimentali (ora un centro di educazione ambientale); la torre blindata Umberto I – che un tempo era fornita di due fucili Krupp da 400 mm – e utilizzata dopo la seconda guerra mondiale come prigione militare; sparsi in tutto il territorio dell’isola e sommersi dalla vegetazione, diversi bunker della seconda guerra mondiale sono per lo più inaccessibili artiglieria costiera e resti antiaerei.


Come arrivare sull’isola Palmaria

In auto: dalla Spezia destinazione Portovenere

In traghetto: il servizio di traghetti serve la tratta per Portovenere / Isola Palmaria solo dalla Spezia.

In autobus: gli autobus per Portovenere dalla Spezia sono molto frequenti. Dalla maggior parte delle fermate del centro città, l’autobus P passa con una frequenza di circa 20 minuti e impiega più o meno lo stesso tempo per raggiungere il paese.

Vedi tutte le esperienze

Natura incontaminata e habitat naturali unici, insieme a storia e racconti leggendari. L’Isola di Palmaria è ricca di sorprese. Per chi ama la vegetazione mediterranea, le escursioni, il mare bellissimo e la tranquillità, l‘isola Palmaria merita sicuramente una visita. L’sola si raggiunge in barca dalla Spezia o da Portovenere. Purtroppo, in inverno non è disponibile alcun servizio di navigazione per raggiungere Portovenere e Palmaria.

Le spiagge della Spezia

Guida alle spiagge della Spezia, il Golfo dei Poeti e le Cinque Terre

Guida alle Cinque Terre al Golfo dei Poeti

Le spiagge, i sentieri, i borghi. il cibo e le esperienze in tutto il terriotrio

Stai per visitare le Cinque Terre e il Golfo dei Poeti? Ricevi la nostra guida gratis con tanti consigli e letture utili :)