Inaugurazione del nuovo percorso attraverso Luni antica

Una serie di passaggi, e in particolare una scenografica passerella che da sopra l'autostrada conduce all'area archeologica, per fare un viaggio nel tempo: dai giorni nostri in pochi passi ai fasti di Luni Antica

L’area di Luni antica è un importante parco archeologico, testimone dei fasti della città che fu il porto dei Romani per il trasporto del marmo delle cave verso tutto l’Impero. Portus Lunae era una città ricchissima, bellissima e anche poetica nel nome di “Porto della Luna”, alcuni dicono per la forma che doveva avere la baia su cui sorgeva la città, ma più probabilmente perché Luna era la colonia romana, fondata nel 177 a.C., alle foci del fiume Magra come avamposto nella campagna contro i Liguri Apuani.

Di essa, poco è rimasto in epoca post-imperiale, a causa di un terremoto e del successivo avanzamento delle paludi nella zona. 

Da oggi però la passarella sulla autostrada A12 accende un riflettore da un lato sull’area archeologica oggetto di restauro e comprendente il bellissimo anfiteatro databile intorno al all’anno 2 d.C. e al passaggio multimediale di “Luni Experience” da poco realizzato.

La passarella che passa sopra l'autostrada ricorda la forma dell'ansa e il faro di Luni e conduce all'area archeologica..

Della grandezza di Luni tanti furono i testimoni, Dante la citò per
far dire a Cacciaguida del destino  tragico riservato anche alle più grandiose città:

Se tu riguardi Luni ed Urbisaglia
come son ite, e come se ne vanno
dirietro ad esse Chiusi e Sinigallia
udir come le schiatte si disfanno
non ti parrà nuova cosa né forte,
poscia che le cittadi termine hanno.
Le vostre cose tutte hanno lor morte
sì come voi; ma celasi in alcuna
che dura molto, e le vite son corte.


Si dice che Luni sia stata distrutta da un terribile terremoto e dall’impaludamento che interessò l’area nel periodo tardo imperiale.
Tuttavia numerose sono anche le leggende sulla fine della bellissima città, probabilmente la più nota è quella appartenente all’epopea nordica che si diffuse nel V Secolo,  all’epoca del Sacco di Roma condotto da Alarico  Re dei Goti, che infatti ne è protagonista.

Lucio, principe di Luni, era perdutamente innamorato della moglie di Alarico, ed era ricambiato dalla giovane donna., la quale però era costretta ad una vita di reclusione dal gelosissimo marito. La principessa decise allora di fingere di avere contratto una grave malattia contagiosa d’accordo con il medico, che diffuse la voce dell’imminente morte della giovane donna. Alarico, innamoratissimo dell’imperatrice, dopo aver fatto celebrato il più sontuoso funerale mai visto, ripartì per il suo regno affranto per la perdita.
La Principessa e Lucio vissero felici per alcuni anni uno tra le bracci dell’altro nella bella città di Luni. Ma un giorno Alarico venne a sapere dell’inganno e in preda all’ira, radunò il suo potentissimo esercito e rase al suolo la città.
L'anfiteatro di Luni, parte dell'area archeologica, risale probabilmente al 2° secolo d.C.

#lunigianaexperience

Teresa

Follow

0 comments

Leave A Reply

Related Posts

Card image cap

Torta di riso dolce o salata? No, SCEMA!

Card image cap

Il Sentiero Italia in Liguria passa anche di qui

Card image cap

Visita le cave di marmo Carrara sulle orme di Michelangelo

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies).
Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy