CERCA ESPERIENZE

Search


Isola Palmaria

Natura incontaminata e habitat naturali unici, insieme a storia e racconti leggendari. La Palmaria è ricca di sorprese.

Palmaria e Chiesa di San Pietro Portovenere

Se ti piace la vegetazione mediterranea, le escursioni, il mare bellissimo, i frutti di mare e la calma, l’isola Palmaria merita sicuramente una visita.
Per raggiungere l’isola di Palmaria, prendi un traghetto dal porto di La Spezia o una barca da Portovenere (assicurati che sia autorizzato, caricando 5 € per un biglietto singolo). Purtroppo, in inverno non è disponibile alcun servizio di navigazione per raggiungere Portovenere e Palmaria.

L’isola è in parte sotto controllo della Marina Militare Italiana, motivo per cui da una parte l’isola è stata preservata dal turismo selvaggio e dall’edilizia e dall’altra mostra ancora troppi segni di area di divieto. Alcune belle spiagge si trovano sia sul lato di fronte a Portovenere che sul lato nord: le spiagge gratuite di Terrizzo e Pozzale sono molto selvagge, senza molti servizi, su acque molto chiare e cristalline. Alcune deliziose trattorie di pesce si trovano nell’abitato.

Portovenere e isola Palmaria

È possibile effettuare un’escursione completa dell’isola: occorrono circa due ore, buone scarpe da trekking e si avrà una splendida vista sulle bianche scogliere che digradano verso il Mediterraneo, così come una bella nuotata (leggi qui alcuni punti d’immersione a Palmaria e nelle vicinanze).

L’isola Palmaria è la più grande delle tre isole del Golfo della Spezia e dell’intera Liguria; scendendo a poche centinaia di metri in linea retta verso sud è possibile navigare verso le altre due isole del piccolo arcipelago, Tino e Tinetto. L’isola ha una forma triangolare: i lati verso Porto Venere e il Golfo della Spezia sono i più popolati. Qui è possibile trovare la presenza di alcune case private, una trattoria e alcune spiagge, sia pubbliche che riservate ai dipendenti della Marina e dell’Aeronautica. Queste pareti degradano dolcemente fino al livello del mare, coperto dalla tipica vegetazione mediterranea; il lato rivolto a ovest verso il mare aperto, è invece caratterizzato da alte e luminose scogliere bianche che si affacciano sull’acqua, con numerose grotte.

Il lato ovest dell’isola, il più difficile da raggiungere, è piuttosto interessante per lo studio della presenza dell’uomo circa cinquemila anni fa e degli animali dell’era del Pleistocene, di cui ossa fossili di animali pleistocenici come il camoscio e il gufo delle nevi sono stati trovati nella Grotta Azzurra e nella Grotta del Piccione, raggiunti solo salendo giù per le corde. Sull’isola di Palmaria ci sono anche molti edifici militari di grande interesse storico: in cima, inaccessibile come ex territorio militare e attualmente in stato di abbandono, il Conte di Cavour Fort (o Fort Palmaria), il deposito di armi sperimentali (ora un centro di educazione ambientale); la torre blindata Umberto I – che un tempo era fornita con due fucili Krupp da 400 mm – e utilizzata dopo la seconda guerra mondiale come prigione militare; sparsi in tutto il territorio dell’isola e sommersi dalla vegetazione, diversi bunker della seconda guerra mondiale sono per lo più inaccessibili artiglieria costiera e resti antiaerei.

Come arrivare sull'isola Palmaria

In auto: dalla Spezia destinazione Portovenere

In traghetto: il servizio di traghetti serve la tratta per Portovenere / Isola Palmaria solo dalla Spezia.

In autobus: gli autobus per Portovenere dalla Spezia sono molto frequenti. Dalla maggior parte delle fermate del centro città, l’autobus P passa con una frequenza di circa 20 minuti e impiega più o meno lo stesso tempo per raggiungere il paese.

- Dove ti trovi?

Golfo dei Poeti

via-dellamore
young-woman-2194044_1920
tino
madonna-bianca

Le migliori esperienze nel Golfo dei Poeti

Idee uniche per un territorio unico
Incontrerai:  Luca
Prezzo: 21
Incontrerai:  Letizia
Prezzo: 65
Incontrerai:  Ivano
Prezzo: 70
Incontrerai:  Ivano
Prezzo: 110
Incontrerai:  Letizia
Prezzo: 65
Incontrerai:  Fabiola
Prezzo: 130

- Dove ti trovi?

Golfo dei Poeti

tino
madonna-bianca
fezzano-1.png

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies).
Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy