Madonna Bianca: il miracolo di Portovenere

Golfo dei Poeti, Golfo dei Poeti, In evidenza, In evidenza, Spezzino Vero, Portovenere, Spezzino Vero, Storia & Cultura, Eventi & Mostre Leave a comment

16 agosto 1399, la voce gira di strada in strada: “In casa di Luciardo è successo un miracolo. La Madonna è diventata Bianca!

La festa della Madonna Bianca, che ogni anno il 17 agosto anima il borgo di Portovenere, ha origini molto antiche. La nascita del culto mariano portovenerino risale a una notte estiva del 1399, quando in casa di tal Luciardo si verificò un miracolo.

 

Il miracolo della Madonna Bianca di Portovenere

Era il 16 agosto dell’ultimo anno del 1300. In casa sua, Luciardo stava pregando davanti a un’icona della Madonna. Nella stessa stanza, c’era anche un’icona mariana un po’ più vecchia e annerita dal tempo. Era giunta in paese – così si narra – via mare, custodita in un tronco di cedro del Libano (ndr. il tronco di cedro del Libano è ancora oggi custodito nella navata sinistra della chiesa di San Lorenzo, dove è anche il dipinto).
Impegnato nella preghiera, Luciardo notò che piano piano la vecchia immagine annerita stava riprendendo colore. Stupefatto, osservò il disegno cambiare forma: le mani della Madonna si stavano giungendo in preghiera e tra le mani del piccolo Gesù comparve un cartiglio che invitava tutti a pregare e a convertirsi.

Portovenere grida al miracolo e il notaio lo certifica

Sbalordito, Luciardo grida al miracolo. La gente del paese inizia ad accorrere in casa sua e rimane sbalordita davanti al processo di trasformazione del dipinto, che durò qualche ora. A certificare l’evento intervenne anche la legge: il notaro Giovanni Michele di Vernazza redasse una attenta cronaca dell’avvenuto, controfirmata anche da 60 testimoni oculari.

La Madonna Bianca di Portovenere oggi

Al giorno d’oggi, ogni 17 agosto, il paese di Portovenere celebra il miracolo avvenuto in quella notte del 1399. Durante l’intera giornata sono in programma diverse cerimonie liturgiche nella chiesa di San Lorenzo (dove si trova la miracolosa pergamena), mentre al calar della sera le celebrazioni raggiungono l’apoteosi scenica con la processione che – attraverso le strade del borgo – viene condotta in piazza San Pietro.
Il tutto mentre il profilo di Portovenere, con il calar della sera, si disegna con la magia garantita da migliaia di lumini.
La foto di copertina è di Paolo Lazzarotti

Facebook0
Twitter1
LinkedIn1
Instagram1

0 comments

Leave A Reply

Esplora l'area attraverso esperienze locali

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies).
Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy