Non solo mare. La provincia di Spezia ha (almeno) 4 borghi da sogno

La Spezia, Spezzino Vero, Val di Magra Leave a comment

La bandiera arancione del Touring Club certifica l’eccellenza nell’offerta e la qualità dell’accoglienza dei piccoli centri dell’entroterra. In provincia della Spezia se la sono meritata in 4

Un’offerta turistica sostenibile, di qualità e caratterizzata da un’accoglienza di alto livello: la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano viene assegnata ai piccoli centri dell’entroterra italiano che sappiano offrire tutto questo. In provincia della Spezia sono 4 i paesi che possono fregiarsi di questo importante riconoscimento (tre dei quali sono in val di Vara).

Varese Ligure: un gioiello con il Borgo Rotondo e il cuore biologico

1. Varese Ligure: un gioiello con il Borgo Rotondo e il cuore biologico

Varese Ligure e il suo borgo rotondo
Considerata la “capitale” del distretto del biologico, Varese Ligure vale sicuramente la visita anche se il turismo gastronomico non fa per voi. Il simbolo del luogo è sicuramente il Borgo Rotondo, il caratteristico abitato edificato per volere dei Fieschi nel XV secolo e racchiuso all’interno di mura dall’andamento circolare. Da non perdere anche il quartiere di Grecino, che si estende oltre lo scenografico omonimo ponte costruito nel 1516 sopra il torrente Crovana.

I borghi più belli d’Italia è un’associazione privata che promuove i piccoli centri abitati italiani che decidono di associarsi ad essa con una qualifica di “spiccato interesse storico e artistico”.

Nata nel marzo 2001, su impulso della Consulta del Turismo dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), con l’intento di contribuire a salvaguardare, conservare e rivitalizzare piccoli nuclei, comuni e frazioni che rischiano di essere dimenticati con conseguente degrado, spopolamento e abbandono nonostante il valore storico e artistico.

Nel 2012 l’associazione italiana è stata tra i soci fondatori dell’associazione internazionale Les Plus Beaux Villages de la Terre, un’organizzazione privata che riunisce in sé alcune associazioni territorali promuoventi piccoli centri abitati di particolare interesse storico e paesaggistico.


2. Brugnato, nella storia della val di Vara

Brugnato, borgo storico della Val di Vara. Ph. Turismo.it

Brugnato, nella storia della val di Vara
Brugnato custodisce con orgoglio la storia della val di Vara e proprio per la buona conservazione delle preziosità del suo centro storico si è guadagnata la bandiera arancione. Una passeggiata nelle sue vie farà scoprire numerosi palazzi signorili dalle belle facciate. Cuore pulsante del borgo è piazza S. Pietro, con la chiesa che risale – nella sua forma originale – addirittura all’XI secolo.

3. Pignone, porta delle Cinque Terre, ricordo dei Romani

Pignone e il suo antico ponte, oggi ricostruito dopo l'alluvione del 2011. Ph. Eco del Levante
Pignone nacque – ancor prima dei Romani – nei pressi dell’omonimo torrente come insediamento commerciale. Il paese attuale mantiene in buona parte l’organizzazione medievale e si raccoglie attorno alla bellissima piazza Marconi con la sua loggia trecentesca. Si può visitare Pignone seguendo l’itinerario proposto da cartelli con spiegazioni sulla storia e le curiosità del paese. Da non mancare un salto nel borgo in occasione della fiera d inizio settembre gli Orti, in cui l’abitato mette in mostra i suoi svariati prodotti tipici (patate, salsicce, etc etc).

4. Castelnuovo Magra: alto sulla val di Magra, ospitò Dante Alighieri

La piazza del Castello di Castelnuovo con la sua torre maestosa
La pizza del Castello di Castelnuovo Magra
Il più grande dei poeti italiani, Dante Alighieri, conosceva bene Castelnuovo. Abitò infatti nel castello-palazzo vescovile e qui – come procuratore del marchese Malaspina – firmò la pace con il vescovo locale Antonio da Camilla. E a Dante è dedicata la via centrale del borgo, su cui affacciano palazzi dagli splendidi portali. Racchiuso tra le mura del palazzo dei vescovi-conti di Luni, il centro storico impreziosito dalle due torri e dal palazzo Amati-Ingolotti-Cornelio con le sue stanze affrescate, il suo giardino pensile e le antiche cantine sede dell’Enoteca Regionale della Liguria e della Lunigiana.

This post is also available in: enEnglish

0 comments

Leave A Reply

Esplora l'area attraverso esperienze locali

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies).
Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy