Quando si potrà viaggiare in Italia? Scalpita con noi leggendo i DPCM.

7 Febbraio, 2021

Alcuni cominciano a prenotare, in un sussulto di ottimismo, esperienze ed hotel in Italia. È il segno di uno spasimo verso la libertà, un’urgenza di tornare a viaggiare legittima e sana.

Chiusi in casa ormai da un anno, con una pausa non del tutto tranquilla nella scorsa estate, siamo tutti ansiosi di muoverci di nuovo, di sentirci liberi, di sentire le endorfine che solo il viaggio e la scoperta sanno attivare.

La questione è in continua evoluzione, e proveremo a aggiornarci costantemente perché quello che è valido oggi, potrebbe non esserlo a breve. Si susseguono infatti i DPCM – Decreti del Presidente del Consiglio dei ministri – per informare sulle disposizioni atte a sfavorire il contagio e che, almeno per il momento inevitabilmente limitano le possibilità di viaggiare.

Ma se sappiamo che il viaggio di piacere oltre confine e in terre lontane è ancora una chimera, sarebbe interessante sapere quando sarà possibile viaggiare in Italia per gli italiani, quando sarà consentito il passaggio da una regione all’altra e ci sarà permesso di cogliere il meglio da questa situazione così difficile per partire alla scoperta – o alla riscoperta – dei tanti territori che ci circondano così pieni di meraviglie.

Per il momento e almeno fino al 15 Febbraio, è vietato spostarsi tra regioni, tranne che per lavoro o necessità.

Il distanziamento sociale può essere suggestivo sull’Appenino

Nella Penisola ancora suddivisa al momento in zone gialle e arancioni non è possibile muoversi tra regioni. Non è possibile prevedere il futuro ma è auspicabile che viaggiare in Italia sarà più semplice in tempi più brevi. Tuttavia, non c’è la certezza che alla data del 15 Febbraio, quando la situazione verrà rivalutata e nuove disposizioni seguiranno, che gli spsotamenti saranno consentiti da e per tutte le regioni contrassegnate dal colore giallo.
Quello che è certo e auspicabile è che non si tratterà certo di “libera tutti”, le norme di distanziamento sociale e la mascherina su sono sicuramente un must per non tornare ancora indietro, ma la gita fuoriporta o il weekend potrebbe spostarsi, si spera, oltre il confine regionale.

E intanto, cosa si può fare in zona gialla? Piste da sci, musei, ristoranti.

Le piste sono al via per la riapertura, con il distanziamento sociale

Sulle Alpi, le nevicate sono state abbondanti e in tanti scalpitiamo per metterci scarponi e sci e scendere giù dalle montagne più belle dell’arco alpino. Quando si aprono le piste da sci? Il recente pronunciamento del Comitato tecnico scientifico di ieri 4 febbraio ha aperto alla possibilità di riapertura degli impianti sciistici in zona gialla a partire dal 15 febbraio, pur sempre indossando la mascherina. Non sarà possibile sciare nelle “zone rosse” e bisognerà fare attenzione a quei circuiti che includono diverse regioni perché anche sugli sci non è possibile raggiungerle.
La decisione resta in mano del Governo nei prossimi giorni.

Con il Dpcm del 16 gennaio, hanno riaperto i musei che si trovano nelle zone gialle, visitabili dal lunedì al venerdì, weekend esclusi. Gli ingressi saranno contingentati e le visite organizzate nel rispetto delle misure anti-Covid.

I principali musei e e esposizioni  sono aperte al pubblico, è consigliato di verificare online quali sono le regole e le tempistiche per la visita. Per chi le può raggiungere in ambito regionale (per il momento), Caravaggio. Il contemporaneo, con la  retrospettiva Giovanni Boldini al MArt di Rovereto Il Piacere a Divine e Avanguardie. Le donne nell’arte russa a Palazzo Reale di Milano, e Bansky a visual protest al Chiosco del Bramante di Roma sono quelle che segnaliamo tra le esposizioni che salutano il pubblico in grande dopo mesi di sale deserte.

i bar e i ristoranti che si trovano in queste Regioni, che presentano livelli di rischio moderato o basso. Infatti, da lunedì 1° febbraio tornano attivi i ristoranti e i bar e potranno accogliere i clienti all’interno dei locali fino alle ore 18. Fino alle 22, invece, saranno possibili le vendite da asporto, mentre per le consegne a domicilio non sono previsti limiti di orario.

Anche i ristoranti e i bar hanno riaperto le loro sale per accogliere i clienti, dalle ore 5 per chiudere entro le ore 18. Dopo sono consentire solo le vendite da asporto e dalle 22 possono essere effettuate solo consegne a domicilio.
Questa disposizione è da tenere presente anche per chi comincia a prenotare hotel nell’ambito della propria regione: è importante assicurarsi che ci sia uno spazio per consumare eventuali pasti in take away. Spesso è preferibile prenotare un appartamento o un affittacamere per mangiare più comodamente! Ovviamente, anche cenare all’aria aperta è sempre un’idea molto covid-free. 

Per quanto riguarda le esperienze di viaggio in Italia, ci sono tante possibilità per viaggiare in solitaria o quasi in tutta sicurezza.

Una garanzia per muoversi in sicurezza nei mesi futuri sarà costituita dalla prenotazione online, e dalle tante piccole grandi opportunità date dal digitale per limitare i contatti con gli altri e rispettare il distanziamento sociale anche in viaggio. La scelta di esperienze prenotabili online per gruppi contingentati o addirittura in solitaria, con l’utilizzo di biglietti elettronici, QR Code, mappe interattive, audioguide, sarà senz’altro la modalità più diffusa per non smettere di viaggiare.

Certo, il viaggio è anche incontro, e bisognerà trovare la giusta dimensione tra sicurezza e spontaneità. Se non sarà facile, certamente sarà un nuovo grande esperimento e forse un’opportunità, per godere con più calma e lentezza anche delle destinazioni tradizionalmente troppo affollate.

Segui DoinItaly per scoprire quando viaggiare in Italia, ti aspettiamo! <3

Foto in copertina di Roman Pohorecki da Pexels

Teresa

Follow

0 comments

Leave A Reply

Related Posts

Card image cap

Guida ai Musei Virtuali Italiani per ricercare la bellezza ai tempi del...

Card image cap

Quando si potrà viaggiare in Italia? #2 Il dietrofront

Card image cap

3 scalinate (imperdibili) verso il mare – Non solo Monesteroli!

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies).
Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy